Strumenti di Monitoraggio

REPORT PERIODICI DI MONITORAGGIO

La nuova Legge Urbanistica Regionale (L.R. n° 24 del 21 dicembre 2017) pone molta attenzione alla fase di monitoraggio delle trasformazioni del territorio a seguito dell’entrata in vigore del nuovo Piano Urbanistico Generale (PUG).
Per questo motivo il Comune di Reggiolo ha deciso di predisporre Report Periodici che sintetizzino i dati significativi legati a tematiche prioritarie per lo sviluppo strategico e sostenibile del territorio.
Questi report avranno una forma schematica immediatamente leggibile, in modo da renderne diretta la comprensione e saranno strutturati in:

  • Stato di fatto

Raccoglie i dati sintetici sul tema raggruppati per elementi significativi

  • Politiche in atto

Descrive tutti gli strumenti che il Comune sta mettendo in atto per raggiungere un certo obiettivo fissato nel nuovo strumento urbanistico

  • Perché è necessario

Descrive le motivazioni per le quali è necessario cercare di raggiungere l’obiettivo fissato nel nuovo piano urbanistico e i benefici che ne possono derivare per gli abitanti del territorio.
In alcuni casi, dove leggibile, sarà associata anche una mappa schematica.

Per qualsiasi informazione in merito rivolgersi al Settore Urbanistica, Ricostruzione, Edilizia Privata e Ambiente al numero 0522-213734.

REPORT N° 03 – ACCESSIBILITA’: Centro Storico

Il monitoraggio mette in evidenza la ridistribuzione dei parcheggi a servizio del Centro storico.

L’obiettivo è quello di migliorare l’accessibilità al centro storico, favorire le attività commerciali attraverso l’istituzione in alcune vie del parcheggio orario e razionalizzare la viabilità veicolare.

REPORT N° 02 – AMBIENTE: Amianto

Il monitoraggio mette in evidenza quanto Amianto è stato rilevato attraverso un censimento aereo del 2014 e quanto ne è stato rimosso tra il 2014 e il 2019 tramite pratiche edilizie, interventi legati alla ricostruzione e KIT amianto convenzionato con Sabar.

L’obiettivo per i prossimi anni è quello di incentivare maggiormente la rimozione e smaltimento corretto di questo materiale pericoloso per la salute, attraverso le possibilità di contributo che offre la Regione per le imprese e attraverso nuove opportunità di smaltimento per i privati,  fino ai 150 mq, senza pratica edilizia, con prezzi convenzionati e con il trasporto a carico di Sabar.

 

REPORT N° 01 – AMBIENTE: Alberature

Il monitoraggio mette in evidenza quante alberature sono state messe a dimora e quante sono state abbattute nel periodo dal 2014 al 2018 sull’intero territorio comunale.
Per quanto riguarda il centro urbano, le alberature messe a dimora sono evidenziate anche nella mappa allegata, sulla quale sono stati rappresentati anche i prossimi interventi previsti sul verde pubblico.

L’obiettivo per i prossimi anni è quello di incrementare esponenzialmente la copertura arborea in modo da fornire tutta una serie di benefici ai cittadini legati al microclima e alla qualità dell’aria e in modo da dare risposta alle politiche regionali, nazionali ed europee sulla mitigazione degli impatti dovuti al cambiamento climatico.

Per fare ciò e per ottenere migliori risultati sono necessari interventi sia all’interno del centro abitato sia nel territorio rurale; inoltre è importante che gli interventi siano realizzati sia dall’amministrazione comunale all’interno degli spazi pubblici (azione prioritaria) che dai privati cittadini nelle aree cortilive (in maniera del tutto libera).
Per le alberature esistenti si segnala che all’interno del Piano Urbanistico Generale nella parte relativa ai Vincoli sono state inserite in mappa tutte le alberature, filari, siepi campestri etc da tutelare sul territorio. In generale quindi, quando si interviene sulle alberature esistenti, anche su area privata, è consigliato contattare gli uffici tecnici comunali in modo da essere informati di eventuali tutele e di tutte le modalità di intervento ammissibili previste secondo il Regolamento del Verde.

 

Allegati