Gastronomia

La tradizione gastronomica locale vanta prodotti semplici e genuini.
Il formaggio grana la cui importanza nutrizionale è universalmente riconosciuta e che ne fa un alimento spesso consigliato nella dieta alimentare è ancora usatissimo nella preparazione di piatti o gustato da solo sulle tavole delle famiglie del posto. Altro protagonista conosciutissimo della cucina di queste zone è il gnocco fritto, che potremo gustare accompagnato con del buon vino lambrusco e salumi nelle trattorie e nelle case, ma anche in occasione delle feste paesane o delle fiere. Il gnocco fritto non va confuso con lo gnocco, altrettanto diffuso, con il quale si intende l'impasto cotto al forno, tradizionale merenda dei ragazzi. Andando con ordine vogliamo ricordare tra i primi piatti i tortelli verdi, sorta di ravioli con ripieno a base di bietole o spinaci, e i tortelli di zucca. Come tante altre fortunate città e paesi dell'Emilia anche a Reggiolo potremo mangiare i cappelletti in brodo, le lasagne, le tagliatene al ragù, i maltagliati coi fagioli e i gnocchi di patate. Tra i secondi piatti figurano il bollito con salsa verde, lo zampone o cotechino con fagioli o purè, il coniglio o il pollo cucinati alla cacciatora.
Molto apprezzato ed esportato anche all'estero è il Lambrusco Reggiano, dal colore rosato o rubino che si accompagna bene al pranzo dagli antipasti fino ai secondi, oltre che con il Parmigiano Reggiano.
Non si può non parlare infine della zucca che rappresenta la base di numerosissimi piatti e ricette dai primi ai secondi ai dolci. Tra tutti trionfano i famosi e tradizionali tortelli di zucca, che dal 2019 hanno ottenuto il marchio De.Co. e sono entrati a far parte dei prodotti presenti al FICO Eataly World. I tortelli di zucca reggiolesi vengono celebrati in occasione della Festa della Zucca che cade l'ultima settimana di settembre di ogni anno.